CONTATTA LO STUDIO
Pbx con ricerca automatica: 0692959901

Genchi: «Il centro sicurezza Telecom rallentò indagini delicatissime»

Il Messaggero - 26 settembre 2006 - di Massimo Martinelli

Gioacchino Genchi se n’era accorto da tempo che il centro di ascolto Telecom nascondeva qualche cosa di decisamente sospetto. Lui è il maggior esperto di traffici telefonici nel nostro Paese e lavora ad inchieste delicatissime per molte procure italiane. E adesso è lui stesso a raccontare: «Con la creazione del Cnag di Telecom, il Centro Nazionale Autorità Giudiziaria, si bloccarono di fatto alcune richieste di tabulati telefonici per importanti inchieste». «Altre richieste - prosegue Genchi nel suo racconto - furono trattate ed evase in modo errato». Dottor Genchi, ma la…

L’esperto Gioacchino Genchi: «Ci sono troppe falle nel sistema»

Il Sole 24 Ore - 17 marzo 2006 - di Carmine Fotina

Di seguito l'intervista rilasciata da Gioacchino Genchi nell'ambito di uno speciale del Sole 24 Ore sulle intercettazioni. Qui il testo in pdf.     «Il sistema è ancora troppo vulnerabile». Per Gioacchino Genchi, funzionario di Polizia in aspettativa e superconsulente informatico per l’Autorità giudiziaria, la sicurezza delle intercettazioni ha ancora margini di perfezionamento. «Ci sono troppi casi in cui agli operatori giungono informazioni non pertinenti. Primo esempio: un decreto di intercettazione può contenere più numeri, anche di operatori diversi da quello al quale è diretto. Secondo caso: per intercettare un’utenza cellulare…

Internet lento, Telecom assolta

Repubblica - 2 novembre 1999 - di Salvo Palazzolo

«Internet è troppo lento e il collegamento si interrompe di continuo. Intervenga la magistratura». La Grande Rete entra per la prima volta da imputata in un’aula di giustizia dalla «porta» di Agrigento: il giudice istruttore della città dei Templi è stato chiamato da un provider, una società di servizi internet, a verificare se la Telecom avesse effettivamente fornito i collegamenti richiesti. Con una procedura d’urgenza prevista dal codice di procedura civile, la «Corisoftware» ha chiesto al giudice istruttore Giancarlo Triscari «di attivare il Cdn, circuito diretto numerico, in luogo dell’attuale…